REAGIAMO ALLO STATO DI INFELICITÀ CONTENUTA E DIVENTIAMO VERAMENTE FELICI

REAGIAMO ALLO STATO DI INFELICITÀ CONTENUTA E DIVENTIAMO VERAMENTE FELICI

Cos’è la Felicità?

La Felicità, un concetto che nella nostra Cultura è associato al Paradiso terrestre, ma che a ben approfondire per la maggior parte degli individui è qualcosa di assolutamente indefinito.

A volte la si attende come si aspetta un colpo di fortuna, e si riduce il presente ad una spasmodica attesa. Altre volte semplicemente la si crede irraggiungibile.

La Felicità in realtà è una semplice scelta di Vita.

Da ricercare in noi stessi, e non nei luoghi che visitiamo o nelle persone che incontriamo. Altrimenti ogni aspettativa non può che esser delusa.

Da assaporare nella vita quotidiana ed in ciò che abbiamo e che spesso si tende a sottovalutare. Altrimenti ogni nuovo attimo di vita, ogni nuovo boccone avrà sempre un retrogusto amaro.

Ma ancora, cos’è la Felicità, quella con la F maiuscola? Esiste?

Tutti quelli cui l’ho chiesto durante la mia esistenza e durante le mie sessioni di Coaching me l’hanno spesso dipinta con la metafora della spiaggia maldiviana (simile al Paradiso terrestre, appunto), ove regna calma e serenità…Insomma, come un posto dove ci si annoia e non si vorrebbe trascorrere più di una settimana. Qualcuno ha aggiunto all’interno della descrizione una condizione libera da sofferenze, doveri, pensieri e preoccupazioni. Ed anche qui, facendo spesso riferimento a cosa mancava piuttosto che ai tesori che possedeva.

Tutti la associavano ad un sentimento estremamente conservatore, tra l’altro in netto contrasto con l’indole che dichiaravano in altri contesti.

La verità è che sono moltissime le piccole cose che ci danno piacere e che spesso valutiamo come effimere. Ed è da queste che bisogna partire per cercare quel sentimento totalizzante che è sulla bocca di tutti e che al contempo nessuno sembra saper trovare.

Tutti noi sappiamo perfettamente cosa ci farebbe felici, ma solo in pochi lavoriamo quotidianamente per realizzarle, per ottenerle! È molto più facile farci distrarre da una società che lavora costantemente per la nostra Infelicità (più sei infelice, od anche più solo credi di essere infelice, e più compri: è una banale vecchia ma eccezionale tecnica di marketing basata sulla creazione indotta di bisogni e deficit). Incanalati nel flusso della massa, tutto sembra più semplice…

Ma non è solo questo. È anche la paura del cambiamento, dell’impegno che dobbiamo prendere con noi stessi, a farci adagiare in “una confort zone”, che io chiamo “Infelicità Contenuta”, ovvero la vita quotidiana cui si è abituati e che si crede di saper gestire.

Dimenticando invece che dentro ciascuno di NOI vi sono INFINITI TALENTI che ci consentirebbero di crescere e gestire qualunque stato d’animo e qualunque felicità desideriamo. Di vivere qualunque vita vogliamo.

A scuola ci insegnano tante cose, ma nessuno ci educa alla Felicità!

La Felicità si ottiene agendo, cambiando pensieri, atteggiamenti, tutto ciò che crediamo sia utile. Ed avere paura, prima, dopo e durante è…NORMALE! Sì, è normale, e la paura non è qualcosa di negativo come ci hanno insegnato, ma un potente alleato che ci aiuta a trovare la strada giusta.

Quindi è più semplice di ciò che pensi:

NON fare niente che non dia valore aggiunto alla TUA FELICITA’, lascia andare tutto ciò che non ami e non ti ama, ed AGISCI ogni giorno per realizzare ciò che ti fa sentire felice in quel momento.

Domandati cosa è per te la felicità, quali sono i tuoi Desideri del Cuore, ed agisci in coerenza.

Altrimenti, puoi sempre continuare a lamentarti della tua condizione (qualunque essa sia) e a quel punto neanche il più bravo dei Coach potrebbe esserti d’aiuto.

 

Buona FELICITA’ a tutti!